mercoledì 30 giugno 2010

Paradosso Del Gatto Imburrato

Il paradosso del gatto imburrato, il quale dimostrebbe come sia possibile arrivare al moto perpetuo
Le due leggi alla base di questo paradosso sono:

* Un gatto cade sempre sulle zampe (e mai sulla schiena);
* Una fetta di pane imburrata cade sempre dalla parte del burro (derivata dalla Legge di Murphy);

Assunte queste due leggi come valide, basterebbe prendere un gatto e legare una fetta di pane imburrato sul suo dorso.

Lasciando il gatto da un'altezza ipoteticamente infinita, il gatto tenderebbe ad atterrare sulle zampe, mentre la fetta di pane imburrato tenderebbe a cadere dalla parte del burro; si creerebbe quindi un moto perpetuo in cui sia il gatto sia la fetta di pane continuerebbero a ruotare all'infinito.



Se invece il gatto venisse fatto cadere da un'altezza finita, per la stessa ragione sarebbe impossibile che toccasse terra sulle zampe o sulla schiena, e quindi rimarrebbe a mezz'aria, opponendosi alla forza di gravità.

Fonte: Wikipedia

martedì 29 giugno 2010

Nuove Consapevolezze


Photo by alientune

Non eravamo vivi, noi, ci limitavamo a sfiorare la vita senza mai afferrarla.

Da Chiedi alla polvere di John Fante

lunedì 28 giugno 2010

Stanno Tutti Bene, Io Compreso

Ogni mattina faccio sempre due cose dopo vestito, leggere il Fatto Quotidiano online e le ultime diavolerie che si inventa Robydick sul suo blog. Oggi aveva postato la sua recensione su un film giapponese con annesso video musicale. Qualche molla malsana della mia mente è scattata e ho deciso anch'io di mettere oggi un video musicale qui nel mio blog.
Buona visione, sempre se vi va di farlo.

Feel Good Inc.



La città crolla sulla schiena di un cammello
dovranno solo andarsene perchè non sanno collaborare
quindi tutti voi riempite le strade,
è una cosa supplichevole da vedere
e tu non sarai nemmeno calcolato perchè
sei un dannato essere libero

hai un nuovo orizzonte davanti,
è uno stile effimero
in una città malinconica dove non si ride mai
e tutto quel che voglio sentire
è il "bip" del messaggio
i miei sogni vengono a baciarmi
perchè non riesco a dormire, no

mulino a vento mulino a vento per la terra
gira per sempre e di pari passo
prendi tutto lì mentre avanzi
è uno stuzzichevole crollo
amore, per sempre, l'amore è libero
giriamo per sempre, io e te
mulino a vento mulino a vento per la terra
ci sono tutti?

Ridendo Gas, questi tappetini
gatto veloce, allineali come culi spezzati
posiziona questi cavallini sulla pista
è il mio attacco di cioccolato
colpisci, sto intervenendo
in modo più violento, quest' anno
mi importa solo di fare del buon rap
è più difficile quest' anno
guardatemi mentre sono sospeso

città abbandonata, questa Motown
con il rumore che fai sei tutti ti guardano
stai andando a morire
non puoi combattere contro di noi
con il tuo rumore uccidi la compagnia

quindi non fermarti, rischia
fino a quando il tuo Cheddar
non sarà pesante
e guardate il modo in cui conduco il gioco

mulino a vento mulino a vento per la terra
gira per sempre e di pari passo
prendi tutto lì mentre avanzi
è uno stuzzichevole crollo
amore, per sempre, l'amore è libero
giriamo per sempre, io e te
mulino a vento mulino a vento per la terra
ci sono tutti?

Gorillaz

giovedì 24 giugno 2010

Illuminazioni


Photo by Pergamina

Voglio essere poeta, e io lavoro per rendermi veggente: voi non potreste capirci abbastanza, e io non saprei come spiegarvi.
Si tratta di arrivare all'ignoto mediante una sregolatezza di tutti i sensi.
Le sofferenze sono enormi, ma bisogna essere forti, essere nato poeta, e io mi sono riconosciuto poeta.

Artur Rimbaud

mercoledì 23 giugno 2010

Figli Dei Nostri Sogni

Cosa sono i sogni?
Sono piccole barche che trasportano i nostri cuori.
Cosa sono i sogni?
Sono le nostre ambizioni mascherate da dolci fantasie
Cosa siamo noi?
Siamo i figli dei nostri sogni.

Carry On Wayward Son



Non ti fermare, figlio ribelle
ci sarà pace alla fine
Posa la tua testa stanca e falla riposare
non piangere più

Un tempo io mi alzavo sopra al rumore e alla confusione
solo per gettare un'occhiata oltre a questa illusione
Mi libravo anche più su
ma volavo troppo alto

Benchè i miei occhi potessero vedere
continuavo ad essere cieco
Benchè la mia mente potesse pensare
ero ancora un pazzo
Sento le voci mentre dormo
le sento dire

Non ti fermare, figlio ribelle
ci sarà pace alla fine
Posa la tua testa stanca e falla riposare
non piangere più

Mascherato come se avessi un motivo
La mia esibizione è l'evento dell'anno
e se dichiaro di essere un uomo saggio
significa che non so nulla

In un mare tempestoso di toccanti emozioni
sballottato in giro, sono come una barca nell'oceano
Stabilisco una rotta per i venti della fortuna
Ma sento le voci che dicono

Non ti fermare, figlio ribelle
ci sarà pace alla fine
Posa la tua testa stanca e falla riposare
non piangere più
No

non ti fermare
Ti dovrai sempre ricordare
non ti fermare
nulla eguaglia lo splendore
Il centro illumina tutt'intorno la ta
ora la tua vita non è più vuota
Di certo il paradiso ti aspetta

Non ti fermare, figlio ribelle


Kansas

lunedì 21 giugno 2010

Emendamento 1707, pedofilia di “ Lieve entità ”



L'emendamento 1707. Porta, tra gli altri, la firma di Maurizio Gasparri e di Gaetano Quagliariello, ed è da giorni al centro delle proteste di associazioni, politici e utenti del web. Che lo hanno già ribattezzato "Tutela Pedofili". Duri i commenti online: "Ecco l'ultima trovata di casa Pdl: niente obbligo di arresto per chi verrà sorpreso a compiere violenze sessuali 'di lieve entità' verso minori. Denunciamoli e diffondiamo la notizia: è ora di dire basta a questo scempio". Sulla stessa linea la denuncia delle donne di Italia dei Valori. Che scrivono: "Riteniamo che il concetto di 'violenza sessuale di lieve entità' non debba assolutamente entrare nella legislazione che riguarda i reati sessuali in danno di minori". Il rischio è "l'inevitabile riflesso negativo di questa norma sull'esito dei procedimenti giudiziari". Per il Pd, "questa norma è un macigno che impedirà l'arresto in flagranza e il processo per direttissima dei pedofili".


Graphic by Marco Tonus

L'altro

In una coppia l'amore piano piano scompare, tutto diventa indefinito, incerto.
Ad un tratto arriva lui, l'amante che vive nell'ombra, il terzo incomodo quello che è destinato a vivere il suo amore alla giornata ad aspettare nascosto, in silenzio.
Questa poesia narra della sua triste inquietudine.

Pendulum


Photo by exotic-freak

sono qui, al di fuori della cattedrale delle mie inibizioni
pronto a succhiare dal capezzolo della vita
le mie ali non son state create se non per questo?
esse ti avvolgeranno, e si prenderanno tutte le tue colpe
perchè so che tutto ricadrà sulle mie spalle
perchè tu sei la mia anima
io solo la stolida carne
in remissione dei miei peccati accoglierò i tuoi, falsi o presunti che siano
questo pretende da me il mio destino
per ogni tuo bacio
una goccia di sangue su di me sarà versata
e con ognuna di essa ci accecheremo gli occhi dai nostri misfatti
perchè del mondo siamo i reietti, ma non per noi stessi
abbiamo una vita da vivere, una soltanto
saremo sempre lì, riflessi l'uno a l'altro
in un atto carnale che possa alleviare il nostro antico distacco
su di noi la vita ci ha fatto violenza
che almeno adesso ci faccia bere del lete un lenitivo oblio

dark0

domenica 20 giugno 2010

Il Vino E Il Calice


photo by Smiley-sweety

La musica è il calice che contiene il vino del silenzio,
Il suono è quel calice, ma vuoto; Il rumore è quel calice, ma rotto.

Robert Fripp

venerdì 18 giugno 2010

Ricordi Infiniti

Oggi nel mio cuore batte un ricordo che ha tristi echi di malinconia.

Tristeza Maleza




Lui niente nel mare
Lei niente nel mare
Tutto nulla nel mare
Come una linea.
Infinita tristezza
giace nel mio cuore
infinita tristezza
scottata passione
infinita povertà
La tua ombra sul muro
Infinita tristezza
vento di Washington
e piansi...e piansi...e piansi...
e piansi...e piansi...
Infinita tristezza...per due
Infinita tristezza

vento di Washington
infinita povertà
il tuo sangue sul muro
erbaccia infinita
scottata passione
infinita tristezza
giace nel mio cuore
infinita povertà
il tuo sangue sul muro
infinita tristezza
infinita tristezza

Manu Chao

giovedì 17 giugno 2010

Silenzi Riflessi Nel Sole

Ieri sono andato a passeggiare in una delle innumerevoli spiagge della mia città.
Il silenzio era li a farmi compagnia, ogni tanto si allontanava per giocare con le onde, poi dolcemente ritornava al mio fianco.
Il silenzio, diafana creatura amata dal mio cuore.

Ho Conosciuto Il Silenzio

Photo by Michal Giedrojc

Ho conosciuto il silenzio
delle stelle e del mare,
il silenzio dei boschi prima
che sorga il vento di primavera.
Il silenzio di un grande amore,
il silenzio di una profonda pace dell'anima
Il silenzio tra padre e figlio
e il silenzio dei vecchi carichi di saggezza.

Edgar Lee Masters

lunedì 14 giugno 2010

Le Frecce Del Mio Arco

Domenica mi sono recato a San Pietro Vernotico bellissima cittadina del brindisino, ho assistito sotto un sole giaguaro ad uno spettacolo avvincente: Le frecce tricolori, per qualche ora ho dimenticato l'afa e sono tornato bambino.


































venerdì 11 giugno 2010

Succede



Accadono cose nella vita che sono come domande. Passano minuti o anni e poi la vita risponde.

Alessandro Baricco

lunedì 7 giugno 2010

Fiori Pericolosi

Cos'è che rende così speciale il sentimento chiamato amore? Forse la dolcezza che ci pervade quando amiamo o le difficoltà che incontriamo per far accorgere la persona amata che noi esistiamo.
Amore: dolce fiore dalle accuminate spine.

The Rose



Alcuni dicono che l’amore è un fiume
in cui i fuscelli troppo teneri affogano.
Alcuni dicono che l’amore è un rasoio
che lascia la tua anima lì a sanguinare.
Alcuni dicono che l’amore è bramosia,
un infinito doloroso bisogno.
Io dico che l’amore è un fiore
di cui tu sei solo il seme
E’ il cuore che teme di spezzarsi
quello che non imparerà mai a danzare
E’ il sogno che teme il risveglio
quello che non avrà mai l’occasione di realizzarsi.
E’ colui che non vorrà essere coinvolto
che non avrà nulla da dare
E l’anima che ha paura di morire
E’ quella che non imparerà mai a vivere.
Quando la notte è stata troppo solitaria
e la strada è stata troppo lunga
e credi che l’amore sia fatto solo per le persone fortunate
o per le persone forti,
ricordati che in inverno, molto al di sotto della neve crudele,
risiede il seme, che col sole dell’amore,
in primavera diventerà una rosa.

Bette Midler

domenica 6 giugno 2010

Genuino


graphic by MrDue

Vuoi ferirmi?

Continua pure se cio' ti fa sentire
meglio. Sono un bersaglio facile?

Si', hai ragione.

Parlo troppo.

Ma ascolto anche molto.

Sono capace di essere
critico quanto te.

Ma non mi piace ferire la gente.

Pensa pure di me quello che
vuoi, ma io non cambiero'.

Io piaccio. Io mi piaccio.

Piaccio anche a mia moglie. E
piaccio persino ai miei clienti.

Perche' sono genuino. Quello
che vedi e' quello che sono.

Dal film: Un biglietto in due di John Hughes

dedico questo post a dovella. l'uomo dei pc

giovedì 3 giugno 2010

Il lato Oscuro

Tutti abbiamo il nostro lato oscuro, qualcosa di inconfessato, che si cela dietro la nostra pubblica patina di "normalità".
Questo video ne è un lampante esempio.

martedì 1 giugno 2010

Sciacalli Della Carta Stampata


"Israele ha fatto bene a sparare". E' il titolo a nove colonne con cui apre oggi 'Il Giornale', in controtendenza rispetto all'impostazione degli altri quotidiani in riferimento all'intervento dei commandos israeliani contro la flottiglia pro Palestina. "Dieci morti tra gli amici dei terroristi - scrive nell'occhiello il quotidiano di via Negri - Con la scusa del pacifismo - prosegue nel sommario - una flotta di navi voleva violare la sovranita' dello Stato ebraico e portare aiuti ad Hamas. I soldati di Gerusalemme l'hanno fermata per controlli e sono stati aggrediti: reazione inevitabile".
"Israele - scrive nell'editoriale il direttore Vittorio Feltri - è circondato da Paesi piu' o meno islamici che non gli riconoscono il diritto di esistere e meditano (vedi l'Iran) di trasformarlo in un cumulo di detriti mediante bomba atomica. Non e' un sogno: e' un piano. Ebbene, se la situazione e' questa, e' da irresponsabili recarsi in determinate zone facendo il tifo per chi tenta di cancellare la patria degli ebrei. I quali si difendono con i denti".
"Per concludere il discorso con una semplificazione polemica, desideriamo ricordare ai signori pacifisti che, se agiscono da supporto ai terroristi, tanto pacifisti non sono, semmai complici dei seminatori di morte. E che la regola madre e' quella di occuparsi dei casi propri; cosi' non ci sarebbero piu' le guerre e nemmeno i pacifisti".
Fonte: Adnkronos

Ho solo una parola per persone così: DISGUSTO.