venerdì 17 luglio 2009

Ma Che Importa?


Ma che importa l'eternità della dannazione a chi ha provato, in un secondo, l'infinito della gioia?

Charles Baudelaire (da Lo Spleen di Parigi)

17 commenti:

  1. La dannazione è tormento...pena...rabbia.La dannazione è la pena infernale...perdita dell'anima per il pecato!Ma...anche se le nostre ali sono spezzate e ci sembra di non poter rialzarci per riprendere il volo,cè sempre un angelo che non ci abbandona mai...quell'angelo che ci fà vedere in un secondo...un attimo...una vita...in eterno l'immensa gioia che avevamo perso per strada...Darko,la dannazione è sempre in agguato!avere sempre la forza di non cedere nelle tenebre...Ehi tigrotto,ho un dono per tutti i miei blogger per la mia vera amicizia,se ti fà piacere vieni a ritirarlo.Un bacione.

    RispondiElimina
  2. parte di me è tenebra cara Fru

    RispondiElimina
  3. Darko...la Vita è una scala...gradino sopra gradino,cè quello bello e quello tortuoso...cè quello che ci fà gioire,amare,sorridere,cantare,gridare e cè quello della disperazione,del dolore,della solitudine,del male,del peccato,dell'odio,della rabbia...mah!qualunque sia la scala dobbiamo prepararci sempre per affontare...dolcissimo...le amarezze,le disaventure,e tutto ciò che ci ha fatto soffrire ci fanno crescere...ci fanno diventare più forti,più obbiettivi...te lo dice una che di dolori ne ho passati e ne ho ancora ferite aperte da cicatrizzare,non affligerti nei ricordi...non disperare la tua anima sofferente...lascia scorrere...volta pagina...cerca di salire il gradino della felicità...e vedrai che domani ci sarà un nuovo sole per te...abbi fede...LA FORZA TIRA FUORI LA GRINTA!!FORZA TIGROTTO!un bacione ti voglio bene amico mio.

    RispondiElimina
  4. mai pensato ai ricordi, vivo nel mio presente, grazie per l'incoraggiamento cara fru non andrà sprecato. :-)

    RispondiElimina
  5. Mi piaerebbe sapere chi sei,come sei,hai messo la foto del dottor Aus,almeno credo che si scrivi così,tranquillo era solo per conoscerti meglio,nel tuo profilo non cè nulla,di dove sei,come ti chiami,quanti anni hai,che cosa fai.Scherzo!!!sarebbe bello solo sapere un pò di te,perchè non metti una tua foto nel profilo?dai ciò provato!!!sei libero delle tue scelte,la mia è curiosità.Dolse serata.

    RispondiElimina
  6. Con tutto il bene che voglio a Baudelaire... questa è una caxxata!

    Per quanto riguarda vivere nel presente senza ricordi... beh, i ricordi sono il passato ed il passato è la storia e... un uomo senza storia non è nulla.


    Per quanto concerne l'identità segreta di Dark0... dai, lo svelo io... sappiate che egli è: SILVIO!!!!

    Dai, dillo Dark0 che sei Silvio!
    HAHAHAHAHAHA.... numero 1!


    E per finire....

    Filini: "Scrivi, Fantocci!"
    Fantozzi: "Che fa ragioniere, mi da del tu?"
    Filini: "Macchè, dicevo: scrivi lei Fantocci"!
    HAHAHAHAHAHAH!!!!

    RispondiElimina
  7. assassino mi hai scoperto!, ebbene si sono silvio :-D

    RispondiElimina
  8. Caro psicotico (e la cosa, sono simcero, mi piace), l'eternità della dannazione importa a chi non ha mai provato nemmeno un secondo di gioia.

    RispondiElimina
  9. caro squlibrato (e la cosa davvero non mi fa sentire solo :-D), sono d'accordo con te, per la gioia non si paga mai un prezzo troppo alto

    RispondiElimina
  10. bisogna vivere intensamente ... un secondo potrebbe cambiare la vita!

    Clelia

    RispondiElimina
  11. @Clelia
    cara clelia io non ho mai creduto nel futuro io credo nell'attimo, credo alla saggezza della follia, al tempo che misura un battito d'ala.
    la vita è bella proprio perchè ha tantissimi sentieri che non sai dove porteranno.

    RispondiElimina
  12. è proprio quel secondo di gioa a rendere ineluttabile la dannazione eterna.
    non ti può mancare una cosa che non conosci ma ti mancherà x sempre la gioa conosciuta

    RispondiElimina
  13. La dannazione... se ti accarezza con le sue gelide dita, distrugge ogni cosa di cui tu abbia gioito fino al suo arrivo, un errore per essere dannati, un errore per non rialzarsi più

    RispondiElimina
  14. E come capisco Charles...Forse è per questo che ora mi godo la mia dannazione, senza però annegare nell'assenzio:-)...(o almeno non più;-))

    RispondiElimina
  15. @MyLove
    la penso anch'io così

    @confuso
    io invece credo che la vera forza dell'uomo sia invece il rialzarsi, alzare il capo. non si è mai veramente sconfitti se il cuore non si piega.

    @Roberta
    se si è consapevoli s. accetta volentieri il prezzo da pagare.

    RispondiElimina
  16. nulla.. nulla importa a chi quell'infinito ha provato.. paura genera in chi l'ha solo, di lontano, intravisto.. e quella dannazione che si tenta d'evitare diventa, per paradosso, l'unica in cui si finisca col vivere pur senza esserne consapevoli.. meglio sarebbe stato, allora, forse, il non averlo mai nemmeno sfiorato con la coscienza.. quel lontano infinito che alcuni chiamano 'gioia'..

    RispondiElimina
  17. @mistral
    sei una brezza di saggezza :-)

    RispondiElimina