giovedì 18 giugno 2009

La Mano Della Speranza

Quello che ho visto ha del portentoso, mi induce in una speranza che raramente regna nel mio cuore e mi spinge quasi a credere.

Grazie la cara Stardust per la segnalazione

video

Per amore della verità posto anche quello che mi ha segnalato la cara Ketty:

Il testo contiene un errore importante che svia le ricerche: il nome del bambino (che esiste realmente) è Samuel Armas, con la M, non Arnas con la N. Immettendo il nome giusto in Google si trovano numerosi siti che documentano l'intera vicenda, che è autentica almeno nelle sue parti salienti.

Secondo Wikipedia, Samuel Armas è stato sottoposto a un'operazione chirurgica d'avanguardia, per la correzione in utero della spina bifida, il 19 agosto 1999 presso la Vanderbilt University, a Nashville. Samuel aveva 21 settimane all'epoca dell'intervento. Era il cinquantaquattresimo feto operato con questa tecnica dall'équipe della Vanderbilt University guidata dal dottor Joseph Bruner.

Samuel è nato sano il 2 dicembre 1999; le informazioni più recenti sulle sue condizioni di salute risalgono al numero datato 9 giugno 2003 di Newsweek, che gli ha dedicato un articolo, citato, insieme ad alcune foto di Samuel, da Freerepublic.com.

Le immagini dell'intervento sono autentiche e sono state effettivamente pubblicate da vari quotidiani statunitensi e in altri paesi, ma non è chiaro se siano state effettivamente messe "sulla prima pagina del New York Times" come dice l'appello. Sono state senz'altro pubblicate dal popolare quotidiano USA Today, ma i link agli articoli di USA Today forniti da questa pagina d'indagine non sono più validi. Gli articoli si intitolavano "Surgery in womb tests faith, technology" e "Hand of a fetus touched the world" (quest'ultimo è datato 2 maggio 2000).

L'autore delle fotografie è Michael Clancy, il cui sito è dedicato interamente all'argomento (attenzione, può risultare impressionante) e alla sua storia piuttosto controversa.
La storia è fin qui sostanzialmente autentica. I dubbi nascono sull'interpretazione delle fotografie. Clancy, il fotografo, asserisce sul proprio sito che "Samuel ha spinto la propria manina fuori dalla ferita chirurgica nell'utero di sua madre. Mentre il medico gli alzava la manina, Samuel ha reagito al tocco e ha stretto le dita del chirurgo, che ha agitato il minuscolo pugno come per saggiarne la forza". Si tratterebbe insomma di un gesto volontario del feto, o perlomeno di un'azione riflessa simile per certi versi al cosiddetto "riflesso di prensione" tipico dei neonati, che stringono spontaneamente e con forza qualsiasi cosa venga messa fra le loro dita.

Il chirurgo, Joseph Bruner, racconta l'episodio in maniera molto diversa. Nell'articolo di USA Today datato 2 maggio 2000, citato da Snopes.com, ha dichiarato che "Il bambino non ha proteso la mano. Era sotto anestesia e non era cosciente di cosa stava accadendo". Feto e madre, infatti, vengono anestetizzati entrambi durante questo tipo di intervento. La manina sarebbe quindi uscita accidentalmente dalla ferita e Bruner l'avrebbe reinserita dopo averla retta per qualche istante mentre Clancy scattava le foto.

L'argomento è emotivamente controverso perché le immagini vengono presentate, da chi è contrario all'aborto, come "prova" del fatto che un feto è un essere umano (argomentazione più che meritevole, ma a rischio di inciampo se si basa soltanto su foto forse male interpretate). In questa guisa sono state presentate anche al Senato USA durante un dibattito sull'aborto, come riferisce Clancy. La presentazione Powerpoint le indica addirittura come prova dell'esistenza di Dio, ma questa è un'affermazione metafisica che esula dalle capacità di un semplice detective antibufala.

Sul versante informatico, le proprietà del documento danno indizi sulla probabile origine del documento PowerPoint: contengono le parole "Slide sem título", che se non erro è portoghese, e indicano come autore "MI_2057" e come azienda "CELESC". Questa sigla, immessa in Google, porta al sito di un'azienda elettrica brasiliana. Sempre secondo i dati interni del documento, l'ultimo salvataggio risulta essere stato fatto da "ester.maimone" (inesistente in Google) e la data di creazione è venerdì 6 agosto 2004. Ma versioni in altre lingue di questo appello circolano almeno dal 2003 secondo Snopes.com.

Fonte: Il Disinformatico
Onestamente non so che dire, forse questo video non è autentico, comunque le foto mi hanno grandemente commosso, e fanno pensare quanto sia bello un mondo pieno di bambini.

13 commenti:

  1. Cavolo..uhhhff.. Credimi, dark0, mi si sono stuppati i condotti lacrimali e nasali come quando assaggio la salsa wasabi sul sushi.. E' che mi sono davvero commosso, non conoscevo questa storia e mentre lo guardavo ho rigettato il dubbio che fosse una bufala..
    Certe cose non le reggo facilmente, e va soltanto bene che sono al pc da solo, mentre la mia bella dorme (come il titolo del film di Rossana Campo).. Io che, dopo aver visto un film che mi ha emozionato, non proferisco parola per qualche ora e pretendo che non mi si chieda di parlare..

    Grazie dark0..

    RispondiElimina
  2. Ops! M'è uscito "film" ma è "libro".
    Pardon!

    RispondiElimina
  3. Oddio...Darko...ho pianto tantissimo,che fragile piccolino...Grazie,e grazie mile per questo articolo che non conoscevo.Sei fantastici davvero...vieni da me,mi hai dato un idea di cosa postare...un abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  4. ops..scusami per gli errori ma sono molto emozionata e non riesco a scrivee.

    RispondiElimina
  5. Ciao Davide,
    haimè questo testo del video è tratto pari pari da un articolo quasi bufala. Le foto sono vere ma il racconto fatto dal medico è parecchio diverso.
    Se vuoi vedere un parere meno emozionato e più obbiettivo leggi qui:

    articolo Samuel Armas

    RispondiElimina
  6. Non volevo certo toglierti un sogno!! La dolcezza e la gioia della famiglia di un bambino che può crescere sano è già di per sè una emozione grandissima! ^___^ Io sono felice che la medicina poggi possa salvare tante mamme e bambini, quindi, gioia!!! ^________^

    RispondiElimina
  7. @Ketty
    stai tranquilla, meglio un amara verità che una falsa speranza

    RispondiElimina
  8. Abbiamo visto il video e le foto, è stata una bella emozione! Non crediamo al fatto che il neonato abbia stretto la mano del chirurgo, ma questo ha poca importanza, la cosa che ha del miracoloso è che l'intervento sia riuscito nel migliore dei modi e che Samuel sia nato sano!
    Un abbraccio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  9. La cosa più importante è che il bimbo sia sano...il resto della storia è sicuramente interessante:ad ognuno poi la propria interpretazione.
    E' sempre bello ed emozionante vedere dei neonati...sembrano piccoli angeli!

    RispondiElimina
  10. Questo video è bellissimo!!Non avevo mai visto niente del genere..e se le foto sono vere mi fanno piangere..sembra stia cercando di stringere il suo dito come per essere aiutato..splendido post..complimenti!

    RispondiElimina
  11. Ciao dolce tigrotto...serena giornata.

    RispondiElimina
  12. grazie Fru, sei sempre un tesoro :-)

    RispondiElimina